MARINA DI CARRARA

Marina di Carrara

Il litorale di Marina di Carrara si è formato nei secoli con il progressivo arretramento della linea di costa, che nell'antichità lambiva Avenza. L'abitato venne fondato nel XVIII secolo, con la costruzione di edifici per le operazioni di imbarco e sbarco del marmo. Nel 1837 cominciò lo sviluppo vero e proprio di Marina di Carrara, con la pianificazione dell'assetto urbano attuale; nel 1851 viene costruito il primo pontile e a fine Ottocento la chiesa della Sacra Famiglia. Dopo la prima guerra mondiale comincia a diffondersi il turismo con la nascita di strutture ricettive e stabilimenti balneari e l'abbellimento del paese, con la ristrutturazione della chiesa ad opera dell'ingegner Zaccagna, la costruzione di villini a mare e nell'entroterra. La facile reperibilità del marmo spiega l'ampio utilizzo nell'arredo urbano.
Oggi Marina di Carrara è un'affermata località balneare, la prima geograficamente del litorale toscano, che prosegue con le stesse caratteristiche fino alla Versilia. La zona balneare comincia subito al confine con Marinella di Sarzana, fino al porto e da qui fino Marina di Massa, da cui è divisa dal torrente Parmignola, in un succedersi di stabilimenti balneari privati e poche spiagge libere.
Molto importante a Marina di Carrara è il complesso fieristico, posto nei pressi della spiaggia, dove si svolgono vari eventi. Per esempio, qui ha luogo la September Fest, parzialmente organizzata dalla cittadina bavarese di Ingolstadt, gemellata con Carrara.